la terra che connette


Lascia un commento

Progetto FOOD HUB

Fortunatamente si parla sempre di più di modalità e tentativi propositivi per uscire dalla crisi economica che stiamo vivendo. Queste idee embrionali esposte dal ricercatore torinese Andrea Aimar (Progetto Food Hub to connect finanziato dal Ministero della Ricerca) possono aiutarci a vedere, sotto rinnovati punti di vista, i problemi dei produttori agricoli.

GUARDA IL VIDEO (in 20 minuti Aimar espone il progetto)

Il titolo completo del progetto di ricerca è Food Hub to Connect. (Per superare i limiti distributivi e logistici della filiera corta) di Serena Gracci e Andrea Aimar

Annunci


Lascia un commento

Pesche raccolte per buttarle a terra

Nell’intervista a Carlo Lingua, comparsa sul Corriere di Saluzzo il 31 luglio scorso (leggi l’intervista), si sottolinea che la cosa fondamentale per risollevare il comparto frutticolo saluzzese, è diminuire la quantità aumentando la qualità del prodotto. Da questo primo approccio con Riccardo Ghigo che, oltre ad essere frutticoltore, è anche sindaco di una piccola comunità vicina a Saluzzo, si capisce che il problema può essere più profondo nel momento in cui un “cartello” di supermercati impongono dei prezzi al di sotto della sopravvivenza dell’azienda. Dunque non è soltanto un discorso di quantità e qualità, ma anche di rapporti di forza impari tra grande distribuzione e frutticoltori. Nelle prossime settimane approfondiremo.


1 Commento

L’INCONTRO

Un nuovo video che documenta l’incontro convocato dall’associazione “Anime Libere” di Pinerolo lo scorso 22 febbraio 2014, presso la chiesa della Croce Nera di Saluzzo. L’intenzione dell’associazione è quella di fare incontrare le varie realtà del saluzzese che si occupano dell’ospitalità dei migranti stagionali. All’incontro erano presenti la caritas di Saluzzo, l’associazione Papa Giovanni XXIII di Saluzzo,il comune di Saluzzo, la Provincia di Cuneo, emmaus di Cuneo, il comitato antirazzista di Saluzzo, lo sportello per il diritto alla casa di Verzuolo, le brigate di solidarietà attiva di Cuneo, il gruppo scout di Saluzzo, libera di Pinerolo e il comitato per il nobel per i disabili di Gubbio. Alla relazione finale dell’incontro hanno inoltre partecipato la coldiretti di Cuneo, il centro Frantz Fanon di Torino, la comunità cenacolo di Saluzzo, l’unione delle chiese valdesi e metodiste e la questura di Cuneo.
L’associazione “Anime Libere” aveva inoltre invitato un’ampia delegazione di africani, uno di questi è Kinsley, protagonista di questo appunto visivo.


Lascia un commento

I campi di accoglienza della Coldiretti – video intervista a Michele Mellano

Da inizio Luglio la Coldiretti cuneese metterà a disposizione 120 posti letto dislocati in tre campi per i braccianti africani in possesso di un contratto lavorativo. Michele Mellano, il segretario della Coldiretti di Saluzzo, spiega come verranno approntati i campi.