la terra che connette


Lascia un commento

Ci presentiamo in Europa

La Terra che connette si presenta all’interno del progetto di studio europeo (http://www.beams-project.eu) focalizzato sulla comunicazione del fenomeno migratorio contemporaneo.

Scarica il nostro intervento al workshop

A Venezia presso il centro “Don Orione Artigianelli”, mercoledì 3 dicembre 2014 ore 14,30.
Scarica il programma dell’iniziativa

Beams


Lascia un commento

Il nostro progetto in pochi secondi

Questa animazione vi spiega in 85 secondi il nostro progetto. Non esitate a volerne sapere di più!
“L’empatia è il tramite psicologico attraverso cui diventiamo parte della vita degli altri. Per partecipare e appartenere a comunità più vaste, per entrare in una rete più complessa di significati”
J. Rifkin


1 Commento

L’INCONTRO

Un nuovo video che documenta l’incontro convocato dall’associazione “Anime Libere” di Pinerolo lo scorso 22 febbraio 2014, presso la chiesa della Croce Nera di Saluzzo. L’intenzione dell’associazione è quella di fare incontrare le varie realtà del saluzzese che si occupano dell’ospitalità dei migranti stagionali. All’incontro erano presenti la caritas di Saluzzo, l’associazione Papa Giovanni XXIII di Saluzzo,il comune di Saluzzo, la Provincia di Cuneo, emmaus di Cuneo, il comitato antirazzista di Saluzzo, lo sportello per il diritto alla casa di Verzuolo, le brigate di solidarietà attiva di Cuneo, il gruppo scout di Saluzzo, libera di Pinerolo e il comitato per il nobel per i disabili di Gubbio. Alla relazione finale dell’incontro hanno inoltre partecipato la coldiretti di Cuneo, il centro Frantz Fanon di Torino, la comunità cenacolo di Saluzzo, l’unione delle chiese valdesi e metodiste e la questura di Cuneo.
L’associazione “Anime Libere” aveva inoltre invitato un’ampia delegazione di africani, uno di questi è Kinsley, protagonista di questo appunto visivo.


Lascia un commento

La visita del ministro

Ritorna la web-serie della Terra che connette!!!

Sembrano passati anni, invece si tratta del settembre 2013, quando il ministro Kyenge, allora in carica al ministero per l’integrazione, aveva fatto visita a Saluzzo per ascoltare l’esperienza del territorio in relazione alla presenza dei migranti stagionali.
Le tende blu del ministero dell’interno erano poi arrivate grazie al suo interessamento ma, la decisione di non fare visita al campo abusivo del Foro boario, alimentò le polemiche di quel periodo.
Il governo Renzi non ha confermato il ministro Kyenge e ha tolto il ministero per l’integrazione, che comunque aveva scarsi margini di manovra, essendo senza portafoglio.
Il ministro Kyenge ha simboleggiato un’Italia che, a fatica, tenta di cambiare; il suo ruolo è stato però largamente strumentalizzato.


Lascia un commento

IL SESTO EPISODIO DELLA SERIE WEB

A SCUOLA
Ho filmato quattro lezioni che i volontari Simone, Pia, Francesca, Luisa, Davide, Valentina e Laura, tengono ogni settimana ai migranti del Foro boario. Un piccolo esempio di “integrazione dal basso” autogestita che, in questi mesi, ha coinvolto molte persone.
A fare da corollario alle sequenze della scuola di italiano troviamo l’esperienza di Joseph, professore di francese in Burkina Faso, costretto a emigrare per potere aiutare la sorella in difficoltà. Ascoltando la testimonianza di Joseph siamo noi, spettatori, ad andare a scuola. Una lezione di vita che pone davanti ai nostri occhi tutta la forza drammatica che porta con sé l’emigrazione.
Ricordiamo che le musiche degli episodi sono composte e eseguite da Luca Storero.
(Errata corrige: nell’episodio il francese “visa” viene sottotitolato con la parola “passaporto”, la traduzione esatta è invece “visto”)


1 Commento

QUINTO EPISODIO DELLA SERIE WEB

INCONTRI NEL QUARTIERE – seconda parte

Esce il quinto episodio che è la seconda parte di incontri che ho fatto con gli abitanti del quartiere attorno al Foro boario. Il luogo centrale di tutti questi incontri sono i giardinetti dove avevo filmato gli operai del comune ridipingere l’arredamento urbano.